Lo sai mamma ?

 

Dare medicine a un bambino o neonato può rivelarsi, a volte, molto difficile per i genitori!

Dare medicine a un bambino o neonato, che si tratti di sciroppo, gocce o supposte può rivelarsi a volte molto difficile per i genitori.

Alcuni consigli per somministrare i farmaci al bambino:

Prima della somministrazione
- Prima di dare qualunque tipo di medicinale è necessario consultare un operatore sanitario (medico/pediatra/farmacista), anche se si tratta di un farmaco di automedicazione o che non richiede prescrizione. Molte delle malattie dei bambini guariscono spontaneamente senza bisogno di medicinali ed è importante ricordare che i bambini possono avere effetti collaterali, assorbire od eliminare i farmaci in maniera differente dagli adulti.
- Tutti i farmaci devono essere utilizzati dopo aver letto attentamente il foglietto illustrativo e seguendo le indicazioni date dal medico/pediatra o dal farmacista per quanto riguarda il dosaggio e la durata della terapia; infatti, somministrare dosi maggiori o minori e per tempi diversi da quelli stabiliti può rendere inefficace la terapia.
- Se il bambino è già in terapia con altri farmaci è necessario accertarsi che non ci siano interazioni con il nuovo farmaco introdotto in terapia.

Durante la somministrazione
Quando si devono dare dei farmaci ai bambini, sono necessarie molta pazienza, fermezza e un po’ di fantasia.
• Dirgli che deve assumere una medicina che l’aiuterà a stare meglio.
• Mettere il bambino seduto o in piedi e tranquillizzarlo.
• La maggior parte dei farmaci è già pronta per l’uso; solo le sospensioni degli antibiotici vanno spesso preparate al momento dell’uso. Se l’antibiotico si presenta in polvere, va aggiunta una precisa quantità d’acqua con un apposito misurino al livello indicato sul flacone. Prima di ogni somministrazione è necessario ricordarsi di agitare per alcuni secondi il flacone in modo
da mescolare bene il farmaco. Consultare il foglietto illustrativo per informazioni sulla durata e temperatura di conservazione.
• Somministrare il farmaco lentamente, senza modi bruschi per evitare che vada di traverso o che provochi tosse. Se subito dopo la somministrazione il bambino vomita o sputa la medicina, somministrare nuovamente la quantità rigettata; se vomita dopo mezz’ora dalla somministrazione, non è necessario ripetere la dose.
• Utilizzare, quando disponibile, il dosatore presente nella confezione (misurino, siringa).
• Non lasciare il farmaco incustodito a portata del bambino

Dopo la somministrazione
• Chiamare il pediatra se il bambino dovesse avere mal di pancia, vomito, diarrea, macchie sulla pelle, se è particolarmente irrequieto o, al contrario, se ha molto sonno.
• È importante tenere un diario dei farmaci assunti dal bambino e comunicare sempre al pediatra tutti quelli (anche quelli di automedicazione e che non richiedono prescrizione) che sta assumendo o che gli sono stati somministrati dall’ultima visita.

Cosa è utile avere in casa?
E' opportuno avere a disposizione solo pochi farmaci o prodotti medicali di uso frequente (per es. paracetamolo, ibuprofene, creme emollienti, disinfettante, garze, termometro, borsa del ghiaccio, ecc.). Ricordarsi di collocare tutti questi prodotti in un luogo sicuro, ben chiuso e lontano dalla portata dei bambini. Prima di somministrare qualsiasi medicinale è importante controllare sempre la data di scadenza (per es. colliri ed altri prodotti per uso oftalmico, soluzioni/sospensioni orali hanno una scadenza di pochi giorni una volta che la confezione è stata aperta), e per questo è importante non buttare mai la scatola ed il foglietto illustrativo.
Fonte: Federfarma Arezzo
 

I Vostri Feedback


Consigliato da Topnegozi.it presente su fogliettoillustrativo.net presente su prezzifarmaco.it
Non compilare questi campi